Laboratorio del piede

Sport nella terza età

L’Oms a partire dai primi anni del 2000 ha tracciato una strategia di promozione della salute e valorizzazione della persona ultra64enne, indicata come “Active ageing”, che intende favorire una diversa concezione della terza età, volta a promuovere il mantenimento delle capacità fisiche, intellettive, lavorative e sociali della persona anziana.

Si parla dunque di un approccio ad una TERZA ETA’ SANA E ATTIVA, in cui l’attività fisica ricopre un ruolo fondamentale e determinante.

Ma qual è il corretto approccio all’attività fisica in un’età in cui il nostro fisico non ha più la reattività di 30 o 40 anni fa, soprattutto se si arriva da un lungo periodo di inattività ???

Il primo step fondamentale è rivolgersi al proprio medico di famiglia, che potrà valutare lo stato generale di salute e prevedere nel caso l’esecuzione di alcune visite o esami specifici per valutare, sulla base degli esiti, quale tipologia di attività fisica potrebbe esser maggiormente idonea e indicare la gradualità con cui incominciare ad affrontarla.

Un consiglio che si può tranquillamente rivolgere è comunque sempre quello di cominciare a risvegliare il corpo dal torpore dell’inattività fisica prolungata, con delle tranquille passeggiate, inizialmente dalla durata di pochi minuti, in orari in cui il sole possa accarezzarci il viso gradevolmente e non provocarci malesseri, avere con sé una bottiglietta d’acqua e sedersi a riposare non appena si possano avvertire dei segnali di affaticamento.

Fondamentale far presente che, nella ripresa dell’attività fisica, l’equipaggiamento di cui ci si dota gioca un ruolo decisivo, per far sì che una innocua passeggiata non si tramuti nell’insorgenza di dolori, o fastidiosi “incidenti“ muscolari o articolari che possano colpire piedi, ginocchia, anca o schiena !!!

Stiamo parlando nello specifico di giuste calzature, indicate e consigliate a seguito di una precisa valutazione funzionale, che aiutino la persona non più giovanissima (e non solo !!! questo vale anche per i giovanotti !!!) a mantenere la muscolatura rilassata e funzionale , a gestire i carichi posturali nella maniera adeguata, a fornire stabilità all’arto ad ogni passo e che siano confortevoli per i nostri piedi.

Per ottenere questi obiettivi un tecnico ortopedico è la figura professionale indicata per poter eseguire la suddetta valutazione, oltre che per valutare, in collaborazione con un medico specialista, anche la necessità o l’opportunità di inserire all’interno della calzatura anche un plantare ortopedico realizzato su misura che completi il “lavoro” svolto dalla calzatura.

Noi di Tonus Laboratorio del Piede da sempre sosteniamo l’importanza dell’attività fisica come strumento per ridare benessere e salute al nostro corpo, ed anche come metodo per scaricare lo stress e la tensione che possano derivare dalla quotidianità, e pertanto sosteniamo un corretto approccio alla ripresa delle attività fisiche, da abbinare sempre e comunque ad una adeguata alimentazione !!! La combinazione di questi due fattori potremmo definirla il vero ELISIR DI LUNGA VITA !!!!

RivolgeteVi a noi per una attenta valutazione funzionale, i nostri tecnici ortopedici valuteranno le Vostre condizioni tenendo in considerazione le prescrizioni del Vostro medico, e sapranno guidarVi nella corretta scelta delle calzature adeguate per la realizzazione dei Vostri obiettivi e il mantenimento del vostro benessere

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *